4 luglio 2017

Sables di Annick Goutal (1985)


Annick Goutal Sables nel 1985
Nel 2015 ÇaFleureBon ha pubblicato nella rubrica Modern Masterpieces (Capolavori Moderni) un mio articolo su Sables di Annick Goutal, un must dell'estate che ho il piacere di condividere qui in italiano.
Luglio è tempo di vacanze nel sud dell'Europa e le coste sono un'esplosione di aromi mediterranei che riempie la calura, esaltati dalla salsedine della frizzante brezza marina. C'è una grande varietà di arbusti molto rappresentativi di questa imagine nella tavolozza del profumiere e buona parte la ritroviamo anche nei piatti della cucina, ma più di tutti l'elicriso riesce a rendere la potenza del sole allo zenith.
Immessa sul mercato esattamente trentadue anni fa nel 1985, Sables di Annick Goutal dipinge magistralmente questo caldo abbraccio grazie a una solida architettura, unica e rivoluzionaria che usa l'assoluta di elicriso, una materia prima che certamente Annick aveva incontrato durante la sua formazione a Grasse e di cui si era totalmente innamorata.

Annick Goutal Sables (1985)

Annick Goutal Sables in 1985
In 2015 I started contributing to the Cafleurebon Modern Masterpieces Serie from one of my summer must, Annick Goutal's Sables which I am happy to share here too.
July is holiday time and in South Europe the coasts are a blast of Mediterranean smells floating in the heat, highlighted by the salty sparkle of sea breeze. There’s a wide range of bushes well representing this image in the perfumer’s palette and a good part of them is also present in many dishes, but definitely immortelle succeeds in conveying the mighty sun at its zenith.
 Launched exactly thirtytwo years ago in 1985, Annick Goutal Sables masterfully renders this warm embrace by fearlessly building a unique, revolutionary architecture around immortelle absolute, a raw material Annick certainly met during her training years in Grasse and which she definitely felt in love with.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...